• +393319240000
  • info@socialsitiwebfano.it

Posizionamento dei social network: come funziona la SEO sui social

come-fare-seo-sui-social

Posizionamento dei social network: come funziona la SEO sui social

Quando si parla di SEO, ovvero di posizionamento sui motori di ricerca, si parla, al 99,9%, di siti web, portali e blog aziendali. La definizione sembra non avere altre interpretazioni, ma la realtà è ben diversa. Esiste, infatti, anche il posizionamento dei social network, o meglio dei propri profili personali e aziendali sui diversi social media.

Oggi, infatti, fare SEO sui social network dovrebbe rivestire la stessa importanza che farlo sui siti web, perché si pone gli stessi obiettivi, ovvero andare ad intercettare quanto più traffico interessato al fine di aumentare i propri clienti/il proprio fatturato. Di seguito vedremo proprio come funziona il posizionamento dei social network e come sfruttarli a nostro vantaggio.

Perché fare SEO sui Social Network?

Come ormai tutti sappiamo bene, i social network non influiscono in maniera diretta sulla SEO, anche se possono influenzarla in modo indiretto. Oggi, però, non parleremo del legame fra SEO e Social Network ma di come si possano posizionare i diversi profili social all’interno dei loro motori di ricerca interni, e non solo.

Quando infatti elaboriamo delle ricerche su Google non ci compaiono più, come accadeva qualche anno fa, risultati provenienti unicamente da siti web, ma anche immagini, profili dei social network, video caricati su YouTube e addirittura post e articoli pubblicati sui social. Questi compaiono proprio perché sono stati ottimizzati e posizionati per raggiungere i migliori risultati sia sul social network ospitante che sulle SERP di Google.

Ma perché fare SEO all’interno dei social network? Per la stessa ragione per la quale si fa sui siti e blog, ovvero per intercettare quanto più traffico possibile e riuscire a convertirlo. Fra i tanti Social all’interno dei quali è possibile svolgere delle ottimizzazioni per risultare nelle prime posizioni dei motori di ricerca interni, ve ne sono due di piuttosto importanti nelle strategie di Web marketing, ovvero YouTube e Linkedin.

 

Ti può interessare leggere anche:

Come-migliorare-la-pagina-facebook

 

3 consigli per ottimizzare la tua Pagina Facebook

YouTube SEO

SEO-su-youtube

Ad essere sinceri un solo ebook non sarebbe sufficiente a trattare questo argomento in tutte le sue sfaccettature, ma noi ci proviamo. YouTube è ad oggi il secondo motore di ricerca più utilizzato al mondo; questo significa che è anche una grandissima risorsa per ogni azienda.

Molti professionisti del settore, come Lancelot Copywriting, si occupano di youtube SEO e Marketing per le aziende, ovvero di posizionare i loro video nei migliori risultati organici possibili. Le attività di ottimizzazione dei video permettono che questi risultino nei primi posti in due diverse SERP: nella pagina di ricerca interna a YouTube e direttamente su Google.

Come posizionare i video di YouTube su Google e YouTube stesso? Per farlo bisogna applicare una serie di accorgimenti che di per sé ricordano moltissimo la SEO più tradizionale. Vediamone assieme qualcuno:

  • Titolo: nella SEO title e H1 rivestono un ruolo fondamentale e così è anche per quanto riguarda la YouTube SEO. Cerca quindi di posizionare la tua Keyword quanto più a sinistra del titolo riesci.
  • Descrizione: questa riveste un ruolo fondamentale nel posizionamento dei video. La descrizione dev’essere lunga un minimo di 250-300 parole e deve contenere, fra le due e le quattro volte, la tua keyword. Questa è importante che compaia soprattutto fra le prime 25 parole.
  • Tag: questi, a differenza delle ottimizzazioni per il posizionamento dei canali classici, sono davvero fondamentali per YouTube e per i video. Quello che ti consiglio è di fare uno studio dei tag più utilizzati e di andare ad inserirli da quello più specifico a quello più generale, impostando come primo tag la keyword del video.

Stiamo però tralasciando un fattore fondamentale, non ti sembra? Se dico “content is king” ti viene in mente qualcosa?

Per adesso abbiamo parlato di tag e ottimizzazioni, ma non abbiamo parlato del video, l’elemento fondamentale della Youtube SEO; un pò come parlare di SEO copywriting senza parlare del contenuto testuale ma sono delle intestazioni e dei meta tag utilizzati.

Come dev’essere, quindi, un video per posizionarsi nei migliori risultati?

  • Dev’essere lungo: uno studio di Backlinko, effettuato su più di 1,3 milioni di video su YouTube, ha dimostrato che i video più lunghi performano nettamente meglio di quelli brevi. La durata media dei video in prima pagina è di 14 minuti e 50 secondi.
  • Dev’essere in HD: un video in alta definizione (high definition) è un pò come un contenuto testuale scritto con un’ottima forma e stile: favorisce la visione prolungata e l’apprezzamento.
  • Deve essere utile e/o coinvolgente: uno dei fattori di posizionamento più rilevante è l’interazione degli utenti con il video. Più il video è interessante, divertente e/o utile, più gli utenti saranno propensi a mettervi un like, a condividerlo, ad iscriversi al canale e a parlarne. Tutti questi sono fattori di grande rilevanza nella YouTube SEO.

LinkedIn SEO

Seo-su-linkedin

Qualunque sia la tua professione, sia tu un idraulico, un consulente commerciale o un correttore di bozze, il posizionamento del tuo profilo di LinkedIn sarà fondamentale nelle tue strategie di marketing, perché ti permetterà di aumentare la tua notorietà, e quindi il tuo brand, e di acquisire nuovi clienti e/o contatti per collaborazioni e progetti.

Il posizionamento di LinkedIn ti permette di apparire nei primi risultati per determinate chiavi di ricerca all’interno del motore di ricerca di LinkedIn ed è quindi fondamentale. Mettiamo caso che qualcuno sia interessato ad assumere un idraulico e, guarda caso, tu lo sia. Se avrai ottimizzato il tuo profilo, quando costui cercherà idraulico su LinkedIn comparirai te fra i primi risultati. Non male vero? Anche in questo caso il posizionamento del profilo LinkedIn funziona più o meno come la SEO classica:

  • Contenuto testuale: questo dev’essere curato al 100%, esattamente come lo sarebbe la pagina di un sito o un importante articolo del tuo blog aziendale. Le keyword rilevanti, quindi la tua professione e le tue aree di competenza, dovranno essere inserite ripetutamente principalmente nelle posizioni più rilevanti.
  • I dati personali sono fondamentali, invece, per le ricerche geolocalizzate, quindi curali attentamente
  • Esperienze e formazione sono anch’esse imprescindibili, quindi ricordati di comporre una breve descrizione per ogni esperienza lavorativa.
  • La parte più importante di tutte è però la creazione di contenuti testuali utili che migliorino la tua visibilità. Questi andranno scritti secondo le più note regole di SEO copywriting e ti permetteranno di migliorare il posizionamento su LinkedIn e di far comparire il tuo articolo di Pulse anche sui risultati di Google.

 

Per ora questi sono i due social network nel quale è più facile e importante riuscire ad ottenere un buon posizionamento. Anche Facebook sta però sviluppando un proprio motore di ricerca interno, dandoci nuovi spunti per fare SEO in modo alternativo.

Admin

Mi chiamo Lucio e sono un ragazzo nato nell'era digitale. Unisco la mia passione al mio lavoro. Mi occupo di migliorare la comunicazione delle aziende nei vari canali del web, dal sito all'e-commerce, dai Social Network ai servizi Google. Lavoro principalmente nella Provincia di Pesaro e Urbino. Contattami per informazioni

Invia il messaggio