• +393319240000
  • info@socialsitiwebfano.it

Archivio dei tag passaggio

passaggio-da-http-ad-https

Passaggio sicuro da Http ad Https, cosa ricordarsi

Il passaggio di un sito web da Http ad Http è una questione molto importante alla quale bisogna stare molto attenti.

Passaggio sicuro da Http ad Https, cosa ricordarsi

Https è un fattore di posizionamento sui motori di ricerca secondo Google, perciò il passaggio di un sito web in Http all’aggiunta di un certificato di sicurezza SSL è una procedura delicata.

Il protocollo SSL è un certificato che permette al sito web di passare dati anche sensibili in modo sicuro. Il browser Google Chrome segnala la sicurezza di un sito, quindi la presenza dell’Https attraverso una spunta verde a fianco all’URL. Chiaramente questo certificato è utile quando si trattano dati sicuri come dati personali di identità o dati di pagamento.

google-chrome-https-sito-sicuro

Google Chrome ci mostra che il sito è sicuro

Veniamo a noi, parliamo brevemente dei passaggi da fare una volta passato il sito in Https.

Cosa fare dopo il passaggio ad Https

sito-sicuro-con-httpsCome mettere in sicurezza il tuo sito web. Mettiamo il lucchetto!

Tutti questi passaggi ti consentono di mantenere il posizionamento nella SERP di Google per esempio che hai guadagnato nel corso del tempo. Per ottenere un buon posizionamento nei risultati dei motori di ricerca occorre tempo, possono essere settimane, così mesi, cosi anche un anno a seconda della tipologia di keyword per la quale desideriamo posizionarci e dalla competitività che essa ha. Perciò non pensate che sia un peccatto perdere tutto il lavoro svolto fino ad ora?

10 passaggi fondamentali dopo il passaggio da Http ad Https

  1. Fare i redirect 301 di tutti gli URL in Http alla versione in Https;
  2. Aggiungere la versione in Https alla Google Search Console e all Bing Webmaster Tools. Nella Search Console devono essere aggiunte sia la versione con il www, sia la versione senza. A questo punto deve essere settato il dominio preferito nella scheda Https;
  3. Controllare che tutti i link interni puntino alla versione in Https (per semplificare il lavoro è possibile utilizzare Screaming Frog o software simili);
  4. Controllare che tutti gli eventuali “canonical” siano corretti e puntino alla versione in Https (non vorremmo mica duplicare tutto no?);
  5. Inserire la versione Https nella sitemap XML e segnalarla opportunamente;
  6. Controllare che tutti i link esterni (backlink) che hai sotto controllo puntino alla versione in Https;
  7. Controlla che tutti i link provenienti dai tuoi profili dei Social Network puntino alla versione in Https;
  8. Aggiornare le proprietà del software gratuito Google Analytics alla versione in Https;
  9. Controllare che tutte le librerie che si utilizzano (jquery, google fonts,etc) puntino ad Https. Se le pagine del tuo dominio sono in Https ma poi richiamano le librerie nella versione Http (senza s) vengono comunque segnalate come “non sicure al 100%”;
  10. Controllare i file robots e htaccess e aggiornare tutte le URL.

 

Fatto ciò sarete certi di non incorrere in problematiche varie.

Se avete necessita di un supporto per sistemare la SEO del vostro sito web, contattateci qui sotto:

 

Richiedi una consulenza SEO

Perchè fare attività SEO - Web Agency Specialist
Richiedi ora una consulenza SEO per il tuo sito web