• +393319240000
  • info@socialsitiwebfano.it

Archivio mensile 24 Maggio 2017

Guadagnare su YouTube, è possibile veramente o no?

Partiamo da un presupposto, cioè che YouTube ospita miliardi di ore di filmati e come te altre migliaia di persone ogni giorno cercano il successo sul web e su YouTube.

A tal proposito, se non hai tempo da dedicare al progetto forse è meglio orientarsi su qualcosa di diverso.

Guadagnare su YouTube, è possibile veramente o no?

Da un mese a questa parte il processo di attivazione della monetizzazione sul tubo è diventata leggermente più lunga. Questo per permettere ulteriori controlli sui contenuti che vengono pubblicati ed in seguito monetizzati attraverso la pubblicità.

Ora oltre a possedere un canale YouTube occorre aver raggiunto il numero di 10.000 visualizzazioni dei tuoi filmati per poter attivare la monetizzazione degli stessi ed avere l’approvazione.

Come richiedo la monetizzazione su YouTube?

La procedura è semplice, una volta registrati su Gmail (account Google) è possibile accedere al sito di Youtube. Qui vi chiederà conferma della registrazione e dell’attivazione del vostro canale.

Ora accedendo alla gestione del canale stesso ci ritroviamo una schermata con la possibilità di attivare o richiedere l’attivazione delle principali funzioni. Tra queste è possibile richiedere l’attivazione della monetizzazione:

Come-richiedere-attivazione-monetizzazione

Ora dovrà passare un breve periodo prima che riusciamo a guadagnare attraverso i nostri filmati in quanto la monetizzazione sarà revisionata ed in seguito attivata solo una volta raggiunte le 10.000 visualizzazioni dei nostri filmati.

Una volta raggiunto il nostro traguardo, avremo questa schermata che ci mostra il nostro account in fase di revisione:

Monetizzazione-su-youtube-in-revisione

Allora, è possibile guadagnare su YouTube?

Ebbene si, è possibile ma sicuramente non è facile. Come anticipato precedentemente occorre avere tempo a disposizione, idee ed originalità (sopratutto) e un minimo di capacità di montaggio video.

Analizziamo insieme i tre punti di cui sopra.

Tempo: la creazione di un contenuto da pubblicare su YouTube richiede purtroppo molto tempo. La nascita dell’idea, la realizzazione, il montaggio sono fattori che portano via un sacco di ore. Pensiamo poi a quanto siamo scoraggiati se dopo i primi filmati pubblicati abbiamo soltanto 3/4 visualizzazioni a video e queste ultime sono fatte dai nostri amici?

Ecco la costanza è una conseguenza del tempo, in quanto se abbiamo un progetto occorre portarlo avanti anche se inizialmente i risultati saranno veramente scarsi.

Idee ed originalità: anche qui ne abbiamo parlato in precedenza. È semplice, sono disponibili migliaia di video su YouTube simili a quelli che vuoi realizzare tu. Dove sta la via del successo? Nell’originalità! Fai un qualcosa di diverso che sappia catturare l’utente ed esso condividerà il video con gli amici e di lì a poco diventi un mago di YouTube.

Montaggio video: anche l’idea migliore muore sul nascere se il montaggio è fatto con i piedi. Ciò non significa che dobbiamo prendere una laurea in video making, ma semplicemente occorre informarsi sul web per imparare alcuni spunti su come montare correttamente un filmato e quali programmi utilizzare.

 

Ok, io vi parlo di monetizzazione, ma magari parlo per sentito dire.. NO! Ecco una prova fatta due mesi fa personalmente su YouTube

Su YouTube è possibile guadagnare, ecco le prove!

Il video in questione è stato caricato tempestivamente pochi minuti dopo un fatto successo in mondovisione. Quindi qui come vedete il successo non è l’idea, l’originalità o il montaggio, ma semplicemente abbiamo colto il fatto giusto al momento giusto.

Lo screen che trovate di seguito mostra il guadagno di circa 50 $ effettuato in appena 24 ore.

Come potete notare c’è stato un picco di tempo di visualizzazione, di numero di visualizzazioni ma sopratutto di mi piace, commenti e condivisioni.

Questo è il fulcro della monetizzazione, la condivisione del filmato con gli amici.

prove-del-guadagno-su-youtube

 

Comincia ora a pensare quale possa essere il tuo target su YouTube ed inizia a monetizzare!

Creazione-contenuti-fano-pesaro-copy

Copywriter – Creazione contenuti e testi per il web a Fano e Pesaro

Iniziamo spiegandovi chi è il Copywriter e cosa fa di mestiere. Copywriter viene spesso chiamato anche soltanto “Copy” o “WebWriter” quando il suo compito è quello di scrivere principalmente contenuti per il web.

Il Copywriter – Creazione contenuti e testi per il web

Il Copywriter come ci insegna il buon wikipedia è un lavoro, che si occupa di creare contenuti testuali principalmente per il web.

Il Copywriter (detto anche semplicemente “copy”) è la persona che scrive tutte le parole della pubblicità (testi per annunci stampa, affissione, radiocomunicati e telecomunicati, e così via). – Wikipedia.it –

Copywriter – Creazione contenuti e testi per il web a Fano e Pesaro

SMSW Fano è specializzata nella realizzazione di contenuti per il web, articoli per blog e per i Social Network.

La creazione di buoni contenuti testuali originali ti garantisce numerosi vantaggi. Primo fra tutti è la qualità del contenuto stesso che ha grande influenza per il posizionamento nei motori di ricerca (SEO).

Un buon posizionamento in SERP (pagina dei risultati dei motori di ricerca) ti permette di ricevere maggiori visite al tuo sito web. Un numero più alto di visite ti permette potenzialmente di ottenere più richieste e contatti qualora tu offra servizi o più vendite qualora tu abbia un e-commerce.

Un testo scritto in maniera corretta ed attraente per l’utente garantisce inoltre una visita prolungata al tuo sito web e magari una condivisione dell’articolo con amici sui Social Network.

Il consiglio che diamo ai nostri lettori è quello di configurare correttamente i pulsanti “share” sui Social Network all’interno di ogni articolo sul vostro sito web.

scrivere-per-il-web-fano-pesaro

Copywriter freelance – Pubblicazione contenuti ed articoli | Fano (Pesaro e Urbino)

Se stai cercando collaborazione per la stesura di articoli o contenuti per il tuo sito web allora sei capitato nel posto giusto.

[btnsx id=”275″]

Offriamo collaborazione singola (uno o più articoli) così come collaborazione continua in maniera tale da portare avanti il tuo progetto assieme.

Fra i copywriter più noti sul web troviamo Riccardo Esposito. Lui con il suo progetto di lunga durata MySocialWeb è diventato una colonna portante per i principali siti web che trattano l’argomento di Web Marketing.

APPROFONDIMENTO: Intervista a Riccardo Esposito – Copywriter

Copywriter – Solo testo o anche immagini e contenuti multimediali?

Riusciresti a leggere un articolo di magari 800 parole senza nemmeno un intermezzo multimediale, magari una foto o un piccolo filmato? Probabilmente no, ti stancheresti ancor prima di iniziare.

Infatti il Copywriter (a meno che non lavori presso una grande Web Agency) ha la necessità di conoscere un minimo di fotoritocco con Photoshop o programmi simili. Questo garantisce una tenuta visuale migliore agli occhi dell’utente che deve leggere l’articolo e perchè no offrire spunti o contenuti interessanti non solo attraverso le parole.

Bene, questo è colui che crea contenuti per il tuo sito web, se hai bisogno di consulenza non esitare a contattarci. [btnsx id=”275″]

 

Copywriter – Creazione e pubblicazione contenuti originali per il web ed i Social Network – FANO | PESARO | URBINO

Facebook-non-toccare-questo-post

La nuova moda di Facebook | Non toccare la foto o post

Da qualche settimana una nuova moda sta spaziando nel Social Network più famoso al mondo, Facebook.

La nuova moda di Facebook | Non toccare la foto/post

Di che si tratta? In realtà è veramente molto semplice in quanto consiste nel pubblicare una foto che come anteprima mostra solo un ritaglio della parte alta, dove ci sarà scritto per esempio “non toccare la foto” oppure “non cliccare qui”.

Ma cosa succedere realmente se tocco sulla foto? Tutti ce lo siamo domandati, incuriositi dal post che ci compare nel feed di Facebook (home, bacheca). L’immagine a prima vista mostra un contenuto parziale dell’immagine completa, questa parte di contenuto solitamente tende ad invogliare l’utente a saperne appunto cliccandoci sopra. Molte pagine Facebook anche aziendali stanno cavalcando l’onda di questo nuovo trend, vediamo quanto dura!

Ricordiamo che l’obiettivo di questa tipologia di contenuto è sempre volta a strappare un sorriso agli utenti che la leggono.

La psicologia inversa umana vuole che quando si dica non fare questa cosa, lui la faccia.

I contenuti creati in questa maniera sono fatti appositamente per invogliare l’utente a commentare taggando amici, a condividere la foto stessa con le proprie amicizie di Facebook.

Non-toccare-questo-post-psicologico

Non toccare questa foto – il fattore psicologico

Come potete leggere dal post appena sopra, viene spiegato il fattore psicologico legato al “non toccare questa cosa”, ecco le tre motivazioni:

Paura di essere sottomessi. Se io ti dico di non fare una cosa, psicologicamente tu hai una reazione uguale ed inversa, perciò tendi a fare ciò che io ti dico di non fare.

Impossibilità di non pensare. Ci fù una ricerca effettuata dallo psicologo Daniel Wegner, dove chiese ad un gruppo di volontari di non pensare in quel momento ad un orso di colore bianco. Nei 5 minuti successivi all’esperimento dello psicologo, i soggetti partecipanti arrivarono a pronunciare più volte la parola “proibita”, quindi orso bianco, anche ad alta voce e continuarono a farlo anche una volta che l’esperimento fosse terminato. Incredibile vero?

Il piacere del proibito. La vera motivazione che vi spingerà a fare ciò che vi viene detto di non fare o per una cosa che non si può avere è il gusto del proibito. Meglio ancora quando è sconsigliato di fare qualcosa o ancor peggio vietato.

Grazie a Non toccare questa foto per i contenuti.

Puoi seguire qui la pagina Facebook:

Scopri la nuova moda Facebook – Meme Tu No

Non toccare questa foto – Non cliccare in questo post

Avete presente quando un amico vi dice: – C’è una persona lì che ha dei baffi assurdi, non ti girare –

Puntualmente noi ci giravamo e finivamo per fare una figura oscena.

Qui il concetto è lo stesso. Un esempio può essere la continua satira sul Maurizio Costanzo, marito di Maria De Filippi, nota conduttrice Mediaset.

Nella foto che segue, l’anteprima che vediamo su Facebook è “Non toccare questo collo”.

Non-toccare-questo-collo-costanzo

Puntualmente l’utente tende a cliccare la foto per vedere cosa accade o, come in questo caso, cosa c’è in basso nella foto.

Non toccare questa foto – Non cliccare in questo post

La foto completa in questione mostrava Maurizio Costanzo, come potete vedere di seguito:

Non-toccare-questo-collo-Maurizio-Costanzo

Ovviamente ogni pubblicazione presente in queste pagine Facebook, tende soltanto a cercare like, commenti e condivisioni senza prendere in giro realmente nessuno.

Segui la Pagina Facebook Non toccare questa foto cliccando qui.

AltroConsumo-regala-tablet-o-smartphone-android

Smartphone Android in regalo con AltroConsumo | È tutto vero!

Ormai la tecnologia mobile ha invaso ogni casa, non possiamo vivere senza avere con noi i messaggi Whatsapp, non possiamo stare senza giocare a Brawl Stars o senza accedere a Facebook.

Fortunatamente spesso e volentieri si vedono online un sacco di proposte con omaggi, tra cui Smartphone, Tablet o buoni Amazon.

Mesi fa ci colpirono molte recensioni positive per gli omaggi di AltroConsumo.

Smartphone Android in regalo con AltroConsumo | È tutto vero!

AltroConsumo è un’associazione per la tutela dei consumatori ed è probabilmente la più diffusa in Italia.

Da qualche anno propone un omaggio ai nuovi iscritti e dunque nuovi soci dell’associazione. Chiaramente diventare soci non è gratuito, però una volta registrati è possibile ricevere un fantomatico omaggio.

Bene, noi ci abbiamo provato, vediamo com’è andata.

AltroConsumo ti regala uno Smartphone o Tablet Android

Per effettuatare la registrazione al sito promozionale di AltroConsumo occorre fornire tutti i dati da loro richiesti comprensivi ovviamente di recapiti corretti (telefono, mail ed indirizzo di residenza) oltre al metodo di pagamento reale e funzionante.

Il primo trimestre viene dato in via promozionale al prezzo di 2 euro nei quali riceveremo le prime riviste mensili dell’associazione.

Passato il promo mese è possibile però disdire senza costi e bloccare l’abbonamento. Qui viene il bello!

Disdetta all’abbonamento AltroConsumo e spedizione del regalo

Nonostante la disdetta dell’abbonamento, AltroConsumo garantisce la spedizione del regalo ricevuto grazie all’iscrizione fatta inizialmente.

Sempre titubandi, procediamo con la disdetta a mezzo telefonico, via mail e per stare tranquilli anche via Raccomandata a/r.

Dopo una cortese telefonata del servizio clienti che conferma la disdetta non ci è rimasto altro da fare che attendere.

Smartphone Android omaggio con AltroConsumo | È successo davvero

Dopo quasi cinque mesi dalla registrazione, avevamo perso le speranze di vedere il nostro omaggio. Ogni circa 6 mesi l’associazione alterna due prodotti come regalo per i nuovi soci, un Tablet Android o uno Smartphone Android, noi abbiamo effettuato l’iscrizione nel periodo del cellulare.

Ormai ci eravamo anche dimenticati dell’omaggio, quando riceviamo una mail da appunto AltroConsumo che comunica una spedizione a nostro favore tramite Nexive.

Oggi, 10/05/2017 abbiamo ricevuto la nostra spedizione. Indovinate un po’? Era lo Smartphone Android omaggio! Lo abbiamo ricevuto davvero.

Godetevi le foto del prodotto, certo non è un top di gamma ma come omaggio non ci lamentiamo!

Smartphone-Android-in-regalo

Smartphone-android-altro-consumo

Android-telefono-regalo-altroconsumo

Come controllo la spedizione dell’omaggio AltroConsumo?

Attraverso il proprio profilo personale (dopo aver effettuato accesso con username e password) è possibile controllare lo stato della spedizione del regalo.

Vi ricordiamo che l’omaggio è previsto anche questo mese. Un Tablet Android da 8″, ecco le caratteristiche:

  • Schermo touch da 8″
  • Fotocamera frontale da 2Megapixel e posteriore da 3Megapixel
  • Video player e Music player
  • Altoparlanti stereo integrati, fornito con caricatore, cuffie e cavo USB
  • Ram 1gb
  • Sistemi supportati: Windows XP/VISTA/Win7/Win8/Win10/MAC
  • Memoria interna da 8GB di cui 3 utilizzati dal sistema operativo ed esterna fino a 32GB con Sd card (non inclusa)

Cosa aspetti allora?

Entra in AltroConsumo e prendi il tuo Tablet Android omaggio!

Altro-Consumo-Tablet-omaggio

 


Aggiornamento – Dopo un mese di utilizzo dello Smartphone Android AltroConsumo

Il telefono chiaramente non è un top di gamma, però per l’utilizzo che abbiamo deciso di farne noi va più che bene.

Ogni tanto risponde con un po’ di lag (ritardo) alle nostre richieste sul touch screen o sui pulsanti posti in basso nello Smartphone. Come detto prima però a noi serve per comunicare con i clienti, quindi risponde al telefono, chiama, manda messaggi classici e con Whatsapp, questo è il nostro utilizzo.

La fotocamera è abbastanza scarna siamo sinceri. L’unica nota negativa del cellulare ricevuto in omaggio da AltroConsumo è che ogni giorno compaiono popup chiedendo l’autorizzazione per installare alcune app. Basta rifiutare il messaggio per annullare l’operazione e tornare ad utilizzare lo Smartphone normalmente.

Conclusioni – Smartphone omaggio

Se deve essere questo il vostro Smartphone principale dove usare app in background o scaricare varie app e giochini allora probabilmente non è lo Smartphone adatto a voi!

Qualora invece vi serva un muletto o meglio ancora siete persone che il cellulare lo usano solo per emergenza e per rimanere in contatto allora è un bell’omaggio!

Piano-strategico-Social-Media-Manager

Social Media Marketing Manager | Pesaro Urbino

Social Media Marketing Manager, quattro parole inglesi prive di significato prese singolarmente. Prese assieme la musica cambia. Il web è parte della nostra giornata quotidiana personale e noi sappiamo quanto sia importante anche nel lavoro quotidiano. Perché non affacciarsi in questo mondo?

Social Media Marketing Manager | Pesaro Urbino

Il Social Media Marketing è il lavoro che ruota attorno all’utilizzo dei Social Network al fine di curare il proprio business. Esso può variare dalla tipologia della nostra attività in quanto è possibile usare i Social Media per vendere prodotti (esempio Facebook Commerce), per offrire servizi o curare il Brand (Brand Identity).

[btnsx id=”275″]

Il Manager è quella figura che integra ottime doti di comunicazione a doti commerciali (non per forza). È in grado di catturare l’attenzione dell’utente/cliente attraverso una strategia studiata appositamente per il raggiungimento dell’obiettivo prefissato.Il Manager che cura il Marketing attraverso i Social Media

Noi di SMSW Fano, garantiamo una consulenza seria, professionale ed allo stesso tempo “amichevole” ai nostri clienti. Ci piace l’idea che il cliente sia una persona con la quale instaurare un rapporto umano al fine di garantire sincerità, passione e professionalità in ambito lavorativo.

Passione prima di tutto per avere successocrescere-con-il-web-pesaro

La nostra passione per il web e per l’utilizzo delle tecnologie di ultima generazione, ci porta ad essere curiosi nel nostro lavoro. Questo è molto importante in quanto non si può restare fermi ad aspettare, occorre stare al passo con i tempi, anzi, spesso e volentieri bisogna anticiparli e se vuoi arrivare per primo!

Il Web Marketing è oggi fondamentale per qualsiasi professione o attività non dipendenti.

Siamo disponibili ad un contatto preliminare per conoscerci e vedere insieme qual è la soluzione migliore per la tua attività. Non è detto che sia necessario il nostro aiuto..

Social-Media-Marketing-Manager

A prima istanza la parola “manager” può sembrare un lavoro di quelli in giacca e cravatta, ma vi assicuriamo che non è affatto così.

In questo settore occorre essere freschi, di mente e di idee. Grazie a ciò è possibile arrivare al successo!

Cerchi una figura di Social Media Marketing Manager?

Cellulare: +393319240000

e-mail: info@socialsitiwebfano.it

Facebook Messenger

[btnsx id=”275″]

 

Social Media Marketing Manager | Pesaro Urbino

La società è domiciliata a Fano, ma abbiamo collaborazioni da Marotta a Senigallia, da Pesaro a San Giovanni in Marignano! Non abbiamo paura degli spostamenti!

cosa-è-growth-marketing

Alla scoperta del growth hacking: il nuovo modo di fare marketing!

Il segreto per lanciare in maniera corretta ed esaustiva una campagna di comunicazione e user engagement che possa dare una svolta all’attività di una start up, risiede nel modello del growth hacking.

Alla scoperta del growth hacking: il nuovo modo di fare marketing!

Growth-marketing-come-web-marketing

Ma cosa vuol dire fare growth hacking?

Ci sono molte persone che ancora non sanno cos’è il growth hacking. Approfondiamo allora l’argomento in questo articolo!

Quando si parla di growth hacking si intende una strategia di marketing, ideale soprattutto per le start up che punta, su un tipo di marketing non classico, ma virale ed organizzato in maniera tale da riuscire a far interagire varie tipologie di di canali per raggiungere i propri utenti target.

Questo sistema innovativo ha come scopo principale quello di aumentare il traffico in rete e di conseguenza, in generale, di portare sempre maggiori visitatori ad un portale. Lo scopo di questa prassi è di aumentare il numero di potenziali clienti per un’attività commerciale.

Il sistema del growth hacking, utilizza semplicemente quelli che sono gli strumenti della rete come altri siti web, e-mail marketing, social media e anche, per esempio, una campagna pubblicitaria attraverso video marketing: grazie alla possibilità di fare interagire questi differenti prodotti, i growth hacker sono in grado di dare maggiore visibilità possibile ad un’azienda a costi davvero ridotti.

Quello che è fondamentale in questo settore è la competenza multi settoriale e multidisciplinare che il growth hacker deve avere per poter ottimizzare, gestire in maniera corretta i vari tipi di strumenti che la rete offre per garantire un marketing costruito in maniera ideale.

Le strategie del growth hacking

Sono differenti le strategie che un growth hacker utilizzate per promuovere un determinato prodotto, ma soprattutto deve seguire determinati step fondamentali.

In primo luogo, il growth hacker deve costruire il prodotto e poi deve iniziare a capire in che modo questo prodotto può raggiungere il pubblico di riferimento e attraverso quale canale.

Il sistema del growth hacking fa proprio il discorso per cui “il mezzo e il messaggio” sono legati in maniera indissolubile. È con questo scopo che deve essere creata una campagna di comunicazione che sia calibrata sui vari sistemi utilizzati per promuovere un determinato prodotto.

La campagna pubblicitaria che si fonda sul fenomeno del growth hacking quindi, dovrà basarsi sulla creatività e la genialità del tecnico che oltre ad avere delle conoscenze nell’ambito della programmazione o nell’ambito informatico, deve anche riuscire a capire quali sono i potenziali di crescita di tutti i canali che hanno in sé.

cosa-è-growth-marketingSoprattutto il growth hacking, deve tenere sotto controllo tutte le possibilità a disposizione per garantire la crescita da un punto di vista della notorietà in rete del prodotto che intende promuovere.

È evidente che questo tipo di marketing multisettoriale e multidisciplinare, abbia rivoluzionato il modo in cui si intende la pubblicità e soprattutto, riesce a dare risposte a delle esigenze multi-pubblico che le start up hanno. 

crea-definisci-immagine-aziendale

Creare, definire e curare l’immagine aziendale online

Ad oggi l’immagine che dai alla tua azienda online rispecchia la vetrina di un ipotetico negozio in centro città così come il cartellone pubblicitario appeso nel paese in cui risiedi.

Creare, definire e curare l’immagine aziendale online

L’immagine aziendale o come viene chiamato in gergo del Web Marketing “Brand Identity“, identifica appunto l’azienda come un brand, quindi quello che le persone vedono nella propria mente quanto pensano al nome della tua attività.

Ma perchè affidare la creazione dell’immagine aziendale ad un esperto?

Perchè è meglio affidare l’immagine aziendale ad un esperto di comunicazione?

La stessa domanda che ci stiamo ponendo, tende già a rispondere quella che è il quesito più comune.

Perchè affidare l’immagine della propria azienda (e per propria intendo la mia o la tua) ad un esperto di comunicazione e di marketing?

Semplice, lui è un esperto.

Una persona definita esperta, è una figura dotata di competenze ed abilità notevoli. Una laurea, un master o semplicemente tanta esperienza nel settore della comunicazione e/o del marketing garantiscono una esperienza tale da poterti consigliare ciò che è effettivamente meglio per te, per la tua attività e sopratutto per il tuo business, i tuoi profitti!

L’immagine aziendale – Un’utopia affidarla ad un consulente esterno

immagine-aziendale-tramite-consulente

Spesso e volentieri ci piace fare esempi reali, concreti, con i quali confrontarsi.

Supponiamo oggi di voler avviare un’attività dove vendiamo prodotti di elettronica, magari piccoli elettrodomestici. Se io, imprenditore di questa attività, sono esperto nei miei prodotti, nei miei servizi è chiaro che ti posso consigliare, in base alle tue esigenze, quello che reputo meglio per te.

Tu, possibile acquirente, ti fidi di ciò che io ti spiego in quanto mi reputi esperto nel mio settore. Chi ti dice veramente che io sono l’esperto che do l’apparenza di essere? Perchè dovresti fidarti di me? Semplice, perchè questo non è il tuo settore di appartenenza. Forse lavoro con gli elettrodomestici da anni o meglio ancora sono la mia passione e riesco ad applicarla al mio lavoro rendendolo piacevole e non pesante sia ai miei occhi che ai tuoi.

BENE!

Qui è lo stesso. La figura professionale in grado di aiutarti nella scelta corretta dell’immagine aziendale è una persona esperta in comunicazione e marketing, ecco perchè hai bisogno di una persona che ti guidi e ti aiuti nell’avviare la tua attività.

[btnsx id=”275″]

Come-mettere-mi-piace-a-nome-pagina-facebook

Come mettere mi piace a nome di una Pagina Facebook

Sapevate che esiste una funzione tale da permettervi di mettere mi piace ad una pagina su Facebook a nome della vostra stessa pagina?

Ebbene si, non solo attraverso il proprio profilo personale ma anche a nome della nostra Pagina Facebook.

Come mettere mi piace a nome di una Pagina Facebook

Se avete già creato una Pagina Facebook passate al paragrafo successivo, altrimenti leggete come creare una Pagina Facebook aziendale o professionale.

Ora che siamo titolari della nostra Pagina Facebook, supponiamo di voler instaurare un rapporto “Social” con un nostro fornitore o collaboratore e che anch’esso abbia la sua Pagina Facebook. Oltre che seguirli con il nostro profilo personale andiamo a mettere mi piace con la nostra pagina, sperando che lui farà lo stesso.

La visuale standard della nostra Pagina Facebook:

Pagina-Facebook-web-agency-Fano

Dove cliccare per mettere mi piace a nome della nostra Pagina Facebook

Partiamo dal presupposto (come esempio, chiaramente) che vogliamo mettere mi piace alla Pagina Facebook TourisMarche, che pubblicizza gratuitamente il territorio marchigiano.

Dobbiamo ovviamente essere loggati con il profilo personale che sia amministratore della Pagina dalla quale vogliamo dare il mi piace.

Cliccando nei tre puntini a fianco al pulsante “condividi” si aprirà un piccolo menù come in foto:

mettere-mi-piace-a-nome-della-pagina

Cliccare nella voce “Metti “Mi piace” a nome della Pagina”

Si aprirà ora un piccolo menù dove è possibile scegliere a nome di quale Pagina Facebook mettere il mi piace.

mi-piace-a-nome-della-pagina

Esso sarà dato alla pagina sulla quale ci troviamo.

 

Ti può interessare anche:

Vendere attraverso Facebook – Alcuni consigli utili

È possibile avere due pulsanti di azione sulla pagina Facebook?

Suggerimenti per aumentare l’interazione su Facebook

come-vendere-prodotti-su-Facebook

Vendere attraverso Facebook – Alcuni consigli utili

Ora, vendere su Facebook è possibile. Vediamo come fare e scopriamo alcuni consigli utili.

Come vendere prodotti o servizi su Facebook?

Una volta creata la tua Pagina Facebook, occorre avere un conto Paypal, attraverso il quale ricevere i pagamenti.

PayPal, è una società che offre servizi di pagamento digitale e di trasferimento di denaro tramite Internet, diffusasi enormemente negli utlimi 5/6 anni.

Dal 2002 al 2015 è stata una società controllata da eBay, fino alla scorporazione e alla quotazione in borsa avvenuta nel luglio 2015.

Vendere prodotti su Facebook utilizzando Blomming

Blomming è un servizio che si integra con una Pagina Facebook e ti permette di vendere prodotti senza che l’utente debba lasciare Facebook e la tua pagina.

Questa tipologia di vendita è chiamata Facebook Commerce, che come spiegato in precedenze, si differenzia dal classico sito web di e-commerce per l’integrazione totale con la tua Pagina Facebook.

La facilità di utilizzo, la spesa minima e la facilità di gestione permette di ottenere buoni risultati con uno sforzo non esagerato. Ricordiamo chiaramente che occorre sfruttare appieno le funzionalità di Facebook e ciò significa sopratutto essere capaci di interagire con gli utenti per riuscire a raggiungere il maggior numero di persone a cui mostrare i tuoi prodotti.

A tal proposito è consigliata la consulenza di un Social Media Marketing.

[btnsx id=”275″]

Prezzo degli abbonamenti su Blomming per fare Facebook commerce – vendite attraverso la Pagina Facebook

Blomming offre un servizio di prova gratuito, passato il quale vi dà la possibilità di scegliere fra tre tipologie di abbonamento, ecco i prezzi:

prezzi-blomming-facebook-commerce

Consigli per ottimizzare le vendite attraverso la Pagina Facebook

Ora che abbiamo integrato Blomming nella nostra Pagina Facebook, vediamo alcuni consigli utili per migliorare la propria Pagina per ottimizzare le vendite.

1- Implementa le recensioni sulla tua Pagina Facebook

Le recensioni sono fondamentali in quanto garantiscono visibilità sia agli occhi di Facebook che dell’utente. Chiaramente una Pagina Facebook con feedback negativo non trae vantaggi, anzi rischia di essere fortemente penalizzata. Ricordiamoci che l’utente medio è italiano è ancora molto restio dall’acquisto online.

2- Crea offerte sui prodotto che desideri pubblicizzare

Facebook Pages, ha una importante funzionalità che ti permette d pubblicizzare un prodotto che vuoi mettere in evidenza. Qui è possibile mostrare prezzo originale, percentuale di sconto e prezzo scontato. Giocare con questa funzione garantisce visibilità agli occhi dell’utente che ti segue.

3- Utilizza immagini professionali create appositamente per il Social

Ti invitiamo a leggere l’articolo sull’infografica, per una corretta dimensioni delle immagini su Facebook, in quanto l’occhio dell’utente ha la sua importanza. Catturato l’utente con una bella foto profilo, immagine copertina, stiamo pur certi che guarderà anche quali prodotti abbiamo da vendere!

 

Leggi anche: 7 suggerimenti per aumentare l’interazione su Facebook

Infografica Facebook, le dimensioni ottimali per i tuoi post.

Alcuni consigli utili per vendere attraverso Facebook.